Costruzione di eventi: la piattaforma vs. l’esperienza

In tutto il mondo è nata l’esigenza di creare spazi alternativi dove incontrarsi, partecipare, scambiare idee e condividere emozioni in un modo totalmente rinnovato. Un bisogno che accomuna gli eventi di ogni area geografica e che comprende tra gli interlocutori più attivi le agenzie di eventi, le quali sentono la duplice necessità di trovare delle piattaforme per la trasmissione dell’evento e al contempo di strutturare nuove modalità di preparazione, gestione e misurazione di questi incontri digitali.

Perché i webinar, da soli, non funzionano?

I webinar rispondono alla prima necessità, in quanto sono una tecnologia mediante cui veicolare gli eventi. Si tratta di un mercato esploso di recente, ma che sta lentamente diventando saturo con piattaforme rigide e dalle funzionalità sempre più simili tra di loro, che di conseguenza rischiano di far confondere i propri eventi in una grande massa omogenea. Chi mai applicherebbe uno strumento impiegato indistintamente per le video lezioni scolastiche o per lo smart working alla complessa macchina degli eventi? Da qui la provocazione: non uccidere gli eventi dei tuoi clienti con i webinar.

Gli obiettivi alla base degli eventi

Per capire cosa manca bisogna riprendere gli obiettivi dell’industria degli eventi, che si possono classificare in tre categorie:

  • il mondo Business, ovvero tutto ciò che va dalle fiere alle esposizioni, dai congressi ai convegni, in cui è accentuato l’obiettivo promozionale;
  • l’area Editorial, cioè quella delle news, degli aggiornamenti pubblici e di protezione civile, che si basano proprio su obiettivi di informazione;
  • il settore dell’Entertainment, dallo sport all’intrattenimento, comprensivo di festival musicali, spettacoli e show di ogni tipo, nati con lo scopo di intrattenere e divertire.

Tutte e tre le categorie sono però accomunate da ciò che è il cuore di ogni evento, ovvero il coinvolgimento. E questo è proprio il punto debole dei webinar: la mancanza di differenziazione, la mancanza della capacità di creare esperienze uniche e memorabili.

7 elementi per differenziare gli eventi dei propri clienti con Total Wall

In realtà, la soluzione a questo problema è molto semplice e consiste nel portare i vantaggi del webinar in una dimensione più avanzata, in modo tale da includere e personalizzare tutti quei piccoli dettagli che, nella visione d’insieme, rendono unici gli eventi dei propri clienti. Le componenti principali con cui personalizzare un evento digitale sono l’editing, la regia, l’interazione, la moderazione, le metriche, il targeting e le sponsorizzazioni.

Editing su misura

Ogni brand ha i suoi loghi e colori, un’immagine coordinata che dovrebbe traslare su tutti i media in cui entra in contatto. Editing su misura significa massima personalizzazione e su Total Wall non solo è possibile caricare i loghi dei propri clienti, ma anche impostare sfondi, font, colori, trasparenze e spazi per ogni schermata creata.

Regia dinamica

Il live streaming, che sia una tavola rotonda o un festival musicale, è l’essenza dell’evento da trasmessa online in mondovisione superando i confini geografici. Regia dinamica significa curare tutti momenti della produzione dell’evento, dalla scaletta fino alla sceneggiatura, per dare vita ad uno storytelling  fluido. Con Total Wall il live streaming prescelto resta in primo piano, senza bisogno di cambiare piattaforma: è sufficiente infatti  integrare il link della video conferenza (Zoom) o quello delle dirette social (Facebook, Youtube e LinkedIn) direttamente dalla dashboard.

Esperienze interattive 

Che cos’è un evento senza l’esperienza? Ancora di più oggi, per cui è previsto il passaggio ad una nuova logica: non basta più portare al pubblico un’esperienza rigida e precostituita, ma bisogna portare il pubblico all’interno dell’esperienza, fornendogli  la possibilità di collaborare allo svolgimento dell’evento stesso. Il modo migliore per farlo è trasferendo i luoghi più frequentati e familiari – i social media – all’interno degli eventi, come con Total Wall, che integra il live feed Instagram e Twitter con le foto e i commenti rilevanti.

Community moderation

La moderazione del pubblico, un aspetto negli eventi tradizionali poco problematico, diventa invece fondamentale sugli spazi web dove ognuno può in tempo reale esprimere emozioni, opinioni e giudizi, talvolta veicolando messaggi che non rispecchiano la visione dell’evento. Su Total Wall la community moderation può avvenire innanzitutto con la classica moderazione manuale che prevede, da parte degli organizzatori, un controllo su ogni testo o immagine in arrivo, a cui si aggiunge la moderazione assistita con intelligenza artificiale per filtrare e bloccare in automatico i contenuti sgraditi.

Misurazione dell’engagement

Cambiano le metriche, ma non la necessità di misurare le performance di coinvolgimento dell’evento che, scorrendo online, sono ancora più veloci, precise e attendibili. Per questo i kpi usati da Total Wall comprendono sia metriche quantitative, come l’affluenza, il numero di foto o di tweet condivisi dai partecipanti, sia metriche qualitative, come gli hashtag più popolari e le tematiche rilevanti, entrambe basate su tecniche di Big Data analysis.

Profilazione avanzata 

La profilazione dei partecipanti, utile per comprendere chi sono, quali sono le loro caratteristiche e come hanno vissuto l’esperienza è indispensabile per conoscere i punti di forza e debolezza degli eventi ed eventualmente le modifiche da apportare nella propria strategia. Grazie all’uso dell’intelligenza artificiale applicata all’analisi delle immagini condivise dal pubblico, con Total Wall è possibile identificare con precisione l’età, il genere, le emozioni, gli stili di vita e le preferenze delle persone.

Sponsor visibility

Quando si parla di partecipanti bisogna includere, oltre al pubblico, anche tutti gli altri soggetti che entrano in contatto con l’evento. Gli sponsor rappresentano le fondamenta su cui costruire eventi di successo, per questo è indispensabile trovare nuove modalità di collaborazione. In questo caso, la sponsor visibility può essere implementata mantenendo le stesse logiche degli eventi tradizionali, ovvero dando visibilità a loghi, manifesti e video pubblicitari di questi preziosi collaboratori; ieri attraverso brochure e gadget fisici, oggi attraverso la digitalizzazione dei materiali.

Perché Total Wall?

Total Wall è la soluzione che risponde all’implementazione di tutte queste nuove funzionalità attraverso un format rinnovato, è un’esperienza coinvolgente che pone le relazioni umane al centro del mondo digitale, è un momento dedicato alla creazione di valore sia per gli organizzatori che per il pubblico, nonché un’occasione unica con cui i contribuenti possono implementare la propria visibilità.