HACK-AUTO

Dopo H-ACK Wine, la maratona per l’innovazione nel settore del vino, è partita nella mattinata dell’11 aprile la seconda maratona digitale di H-FARM, dedicata questa volta al futuro dell’automobile nel mondo della digitalizzazione.

Ca’ Tron, paese in provincia di Roncade, ha ospitato per l’occasione centinaia di ragazzi che, divisi in squadre, si sono messi in gioco per vincere la sfida lanciata dalle aziende e farsi notare in un contesto di così grande rilievo. 24 ore non stop di brain storming in cui i ragazzi, ognuno con background e percorsi formativi diversi alle spalle, hanno potuto dare il proprio contributo nella realizzazione di un progetto secondo le linee guida fornite dalle aziende.

Peugeot, Ford, Mercedes Benz grandi nomi e grandi speranze riposte nei giovani talenti che hanno partecipato all’evento: la possibilità di ottenere idee innovative nel campo del digitale, e di poterle poi sviluppare in concreto nell’auto del futuro.

Come spiega il team di H-ACK Auto, l’innovazione nel settore automotive deve passare attraverso aziende capaci di sostenere un business in evoluzione e in grado di interpretare la necessità di consumatori sempre più informati ed esigenti. Pensiero strategico, affidabilità e creazione di valore, il tutto in una sintesi fra contemporaneo e tradizione: questi i concetti a cui hanno dovuto puntare gli h-acker di quest’anno.

Durante l’evento è stato attivo #Photostream (http://www.socialmeter.it), il servizio in live stream di acquisizione, raccolta e rappresentazione di immagini dell’osservatorio di SocialMeter by Maxfone. Alessandro D’Annibale, responsabile del format H-ACK spiega: “L’atmosfera che si respira durante un H-ACK non è semplice da trasferire e raccontare se non la si vive. La fatica, l’impegno, così come i momenti di divertimento e networking sono tanti. Per questo credo che solo uno strumento come Photostream possa rappresentare e trasferire al meglio 24 ore all’insegna dell’innovazione, della creatività e del digitale. Grazie a questo strumento possiamo catturare i momenti più belli e capire l’evento, così come è percepito dai ragazzi che sono i veri protagonisti!”

La piattaforma di monitoraggio SocialMeter ha rilevato una interessante interazione intorno ad H-ACK Auto anche a livello social: in prossimità dell’evento sono stati registrati 317 tweet, 65 immagini e 66 link in uscita verso siti web. L’hashtag #hackauto ha ricoperto il 79,4% dei contenuti, #hfarm il 20,6%. Accanto ad essi, altri hashtag compaiono di frequente nei tweet, tra questi: #hfarm, #photostream, #peugeot, #hackathon, #startup, #smeter…

L’hashtag timeline mostra, come prevedibile, dei picchi di parlato nelle giornate dell’11 e 12 aprile durante le quali si è svolto l’evento, e che raggiungono il punto più alto sabato 11 alle ore 11.

È stata poi monitorata la presenza nei contenuti su Twitter dei 3 diversi brand che hanno partecipato all’iniziativa ed è stato rilevato che Ford compare nel 50% dei tweet, Peugeot nel 23,7%, Mercedes nel 26,3%. @hfarmventure è l’account che ha pubblicato più contenuti (32).