Derivante da una pianta le cui origini risalgono a più di 6000 anni fa nel Rio delle Amazzoni e nell’Orinoco, il cioccolato ha dovuto attraversare molte fasi e percorrere molta strada per diventare l’ingrediente base di svariati dolciumi e uno dei cibi più amati in tutto il mondo, spesso sinonimo di felicità e buonumore. 6000 anni dopo, e dopo innumerevoli opere d’arte, film, libri e sceneggiati che l’hanno visto come protagonista, il cioccolato è sbarcato prepotentemente anche sui social, dove genera ogni giorno un parlato considerevole e da leccarsi i baffi.

L’11 novembre SocialMeter Analysis ha avviato il monitoraggio Twitter dell’hashtag #cioccolato. Al 30 dicembre, sono più di 7.500 i tweet postati da quasi 3mila utenti. Di questi tweet, oltre 2.900 sono accompagnati da foto di prelibatezze e dolciumi di ogni tipo. Ma Twitter ci consente anche di indagare sulle preferenze e i gusti di chi twitta a proposito di cioccolato. Ben 42% degli utenti parlano infatti di cioccolato fondente, a discapito del cioccolato al late, che si attesta solo al 10%. Notevoli, poi, i risultati raggiunti dal cioccolato al caffè (25%) e dal cioccolato alle nocciole (14%). In netta minoranza invece il peperoncino e lo zenzero.

Ma il cioccolato sa essere al tempo stesso tradizionale e innovativo. Accantonando per un attimo le tradizioni, le nuove tendenze dimostrano un interesse notevole nei confronti del cioccolato senza glutine (48%) e del cioccolato vegano (29%). Meno per il cioccolato biologico. Per quanto riguarda invece i contesti d’impiego, a farla da padrone sono le intramontabili torte al cioccolato (ben 85%), seguite, con un grande distacco, da crema, mousse, cioccolatini, praline e tavolette.

Tra gli utenti Twitter più influenti in tema di cioccolato troviamo @cioccolat0, @cioccoshow, @domorichoc, @carmen90_90 e @icedolcevita, mentre i più attivi risultano essere @ricetteperte, @bychkovdavid, @botricette, @gialloblogs e @sciroccosicily1.

Sei pronto a diventare data driven?

Iscriviti per ricevere gli ultimi insight di mercato!

Grazie, ha inizio un piccolo passo per diventare data driven